Riccardo Barthel & C.

Informazioni

Riccardo Barthel & C.

Via dei Serragli, 234/R

50124 Firenze

tel. (+39) 055 2280721

fax (+39) 055 222286

www.riccardobarthel.it

info@riccardobarthel.it

 

 

 

La Ditta nasce a Firenze nel 1976 dall’idea di Riccardo Barthel di trasformare la sua passione per gli arredi d’interni in una professione. Inizia con la produzione artigianale di materiale decorativo per il bagno e la cucina, con il desiderio di far rivivere la più raffinata tradizione artigiana fiorentina ed europea.

L’originale vocazione al restauro guida l’impresa familiare verso la progettazione e la realizzazione di arredi per interi ambienti: abitazioni private, alberghi, ristoranti, bar e negozi.

Nel 1994 trasferisce la sede in via dei Serragli, nel centro storico di Firenze, che acquista con essa i tratti di una antica cittadella artigianale dove si possono ammirare i laboratori dei maestri artigiani oltre che esposizioni di ambienti finiti, di oggetti e mobili vecchi, recuperati nei più caratteristici mercati d’Europa.

Nel 2001 nasce la sede di Forte dei Marmi in un ex rimessaggio di barche per raggiungere l’elegante pubblico della Versilia. Come a Firenze si allestisce un vero e proprio showroom.

L’esperienza acquisita negli anni induce l’Azienda ad estendere l’attività al settore della nautica. Dal 2003 il marchio Barthel inizia a firmare la realizzazione di attrezzature di bordo ed elementi di arredo destinati ad imbarcazioni storiche e di nuova costruzione, anche attraverso la riproduzione di modelli originali.

Oggi il nome Riccardo Barthel è sinonimo di uno stile di vita autentico, che imprime alla modernità il carattere e il gusto di un’arte tutta italiana di abitare gli spazi.

Commercio

L’economia del quartiere dell’Oltrarno è rappresentata da elementi tutti importanti e uniti fortemente tra loro. L’artigianato, tra tradizione e innovazione, e le molte attività commerciali danno vita al quartiere animando le sue strade e le piazze. Molti i piccoli atelier, luoghi dove la tradizione si conserva vicino a realtà di innovazione e ricerca nei materiali e nelle forme. Accanto a tutto questo la sua cultura gastronomica e culinaria. Piatti popolari ma capaci di incantare per la semplicità e la genuinità degli ingredienti. Dunque tradizione del fare e dell’accoglienza, tanti modi diversi per far sentire ogni visitatore come a casa propria.