Fratelli Ciulli

Informazioni

Fratelli Ciulli

Via della Fonderia, 51

Firenze

tel. (+39) 320.1132199

www.fratelliciulli.com

fratelliciulli@virgilio.it

 

 

 

Nello storico rione del Pignone, a poce decine di metri da Porta San Frediano, ha sede il laboratorio dei Fratelli Ciulli, specializzato nella produzione elavorazione di oggetti in ferro e ottone. Dal 1950 i Fratelli Ciulli producono oggetti di illuminazione e complementi di arredo che coniugano la sapienza della lavorazione artigianale con la ricercatezza estetica. L' ottone e il ferro sono materiali tipici della una produzione artigianale fiorentina. Agli oggetti in stile e caratteristici della tradizione artigiana fiorentina si sono aggiunti elementi tratti dalla più moderna progettazione. Sono prodotti di altissima qualità, dove è sempre evidente il gusto per il particolare, la cura nella scelta e nel trattamento dei materiali. Lampadari, appliques, complementi d’arredo, basi per lampade sono sempre oggetti esclusivi che soddisfano il gusto per il bello di una clientela nazionale e internazionale, sempre più vasta. Sebbene più distante dai soliti percorsi turisti il rione del Pignone merita una visita. Era il quartiere dei navicellai fino al secolo scorso, il luogo dove presero vita alcune delle più importanti realtà industriali di Firenze e della Toscana. Passeggiare lungo l’Arno è qui ancora possibile, come trovare la giusta calma per fermarsi nel laboratorio artigianale dei Fratelli Ciulli, dove il lavoro ha ancora i ritmi di un tempo passato.

Artigianato

L’economia del quartiere dell’Oltrarno è rappresentata da elementi tutti importanti e uniti fortemente tra loro. L’artigianato, tra tradizione e innovazione, e le molte attività commerciali danno vita al quartiere animando le sue strade e le piazze. Molti i piccoli atelier, luoghi dove la tradizione si conserva vicino a realtà di innovazione e ricerca nei materiali e nelle forme. Accanto a tutto questo la sua cultura gastronomica e culinaria. Piatti popolari ma capaci di incantare per la semplicità e la genuinità degli ingredienti. Dunque tradizione del fare e dell’accoglienza, tanti modi diversi per far sentire ogni visitatore come a casa propria.