SE-AR di Bambi Riccardo e Massimo Snc

Informazioni

SE-AR di Bambi Riccardo e Massimo Snc

Via dei Serragli, 43r

50125 Firenze

tel. (+39) 055.294114

fax (+39) 055.294114

sear.snc@quipo.it

 

 

 

Riccardo e Massimo sono i due titolari della SE-AR una ferramenta fornita di ogni genere di materiale e da molto tempo fornitore ideale per restauratori e artigiani dell’Oltrarno e di tutta Firenze.

Nel negozio di vendono oltre a ferramenta anche utensili manuali ed elettrici. Grandissima la varietà di maniglie per mobili e per porte, catene, lucchetti, valigette e cassette portautensili, casseforti elettroniche e a chiave, scaffalature, zanzariere e saldatrici ad arco. Molti anche le attrezzature per il giardinaggio: accessori per irrigazione, tubi, impianti di irrigazione e microirrigazione, utensili da giardino. E poi abrasivi e nastri, porte blindate, colle, stucchi, cere, oli, prodotti per l’edilizia, raccordi e guarnizioni per idraulica, serrature di sicurezza e di servizio.
Si duplicano chiavi normali, di sicurezza e chiavi auto con immobilizer.

I marchi che è possibile trovare presso la SE-AR sono i seguenti: CISA, DREMEL, STANLEY, VIRO, ESETY, CAMPING GAZ, KNIPEX, METAL STYLE, MOTTURA, PAM, PLANO, POGGI, POTENT, SAIT, SKIL, AEG, ALA, BISON, COLLMON, GRAN-CHIC, SIBA.

La SE-AR rappresenta dunque un sicuro punto di riferimento per artigiani e per chiunque si voglia impegnare in lavoro in casa, un luogo dove è possibile trovare accessori e utensili di ogni genere insieme a competenza e professionalità.

Commercio

L’economia del quartiere dell’Oltrarno è rappresentata da elementi tutti importanti e uniti fortemente tra loro. L’artigianato, tra tradizione e innovazione, e le molte attività commerciali danno vita al quartiere animando le sue strade e le piazze. Molti i piccoli atelier, luoghi dove la tradizione si conserva vicino a realtà di innovazione e ricerca nei materiali e nelle forme. Accanto a tutto questo la sua cultura gastronomica e culinaria. Piatti popolari ma capaci di incantare per la semplicità e la genuinità degli ingredienti. Dunque tradizione del fare e dell’accoglienza, tanti modi diversi per far sentire ogni visitatore come a casa propria.