Basilica di San Miniato al Monte

Informazioni

Basilica di San Miniato al Monte

Monte alle Croci

50125 Firenze

tel. (+39) 055.2342731

 

 

 

La costruzione della Chiesa di San Miniato al Monte, il più bell'esempio di architettura romanica fiorentina, ebbe inizio nel 1018 per volere del vescovo Ildebrando e proseguì fino al 1207. 
Nella chiesa si stabilirono inizialmente i monaci cluniacensi e poi, nella seconda metà del XIV secolo, gli olivetani che la abbandonarono nel 1553 per farvi ritorno soltanto nel 1924. All'interno della Chiesa si trovano la Cappella del Crocifisso di Michelozzo (1448), con volta a botte smaltata di Luca della Robbia, e la rinascimentale Cappella del Cardinale del Portogallo (1461-66), edificata da Antonio Manetti, che ha nella volta cinque medaglioni di Luca della Robbia. 
Nel 1499 il campanile crollò e fu ricostruito su disegno di Baccio d'Agnolo. Durante l'assedio del 1530, Michelangelo lo trasformò in una postazione di artiglieria, e ancora oggi sono visibili sul campanile i segni delle cannonate con cui le truppe imperiali cercarono invano di distruggerlo. 
Nel 1868 su progetto di Nicola Matas furono costruiti il cimitero monumentale e la scalinata che collega la chiesa ai viali di circonvallazione e a Piazzale Michelangelo.

Cultura

Oltre l’Arno. Sulla riva sinistra del fiume si estende un quartiere dalla forte identità culturale. Non solo chiese, conventi, musei, giardini, gallerie, tabernacoli, ma strade, piazze e luoghi dove la storia e la cultura di un popolo vanno in scena ogni giorno. Passeggiare lungo le vie dell’Oltrarno rappresenta un’esperienza tanto quanto visitare le sue chiese o ammirare le straordinarie collezioni conservate nei musei. Un patrimonio culturale unico per Firenze e sempre a disposizione di chiunque voglia conoscerlo.