Chiesa di San Salvatore al Monte

Informazioni

Chiesa di San Salvatore al Monte

 

 

 

La Chiesa di San Salvatore al Monte fu realizzata su progetto di Simone del Pollaiolo fra il 1499 e il 1504. La facciata della chiesa, molto semplice, presenta superfici intonacate interrotte solo dal portale e dalle finestre a timpano. L'interno, di elegante e raffinata semplicità, risente delle influenze classicheggianti dell'Alberti e di Giuliano da San Gallo. Il tetto è a capriate mentre l'attuale pavimento, dove si trovano bellissime lapidi funerarie, è stato in gran parte ricostruito nel 1849. 
Sull'unica navata si aprono cinque cappelle per parte, scandite da un doppio ordine di lesene in pietra forte di stile dorico, mentre sul lato destro della zona presbiteriale si trova la Cappella dei Nerli, anch'essa d'impianto rinascimentale. Annesso alla chiesa c'è il convento di frati con il bel chiostro quattrocentesco. Sopra la porta di accesso della seconda Cappella è collocata una Deposizione in terracotta di Giovanni della Robbia. 

Cultura

Oltre l’Arno. Sulla riva sinistra del fiume si estende un quartiere dalla forte identità culturale. Non solo chiese, conventi, musei, giardini, gallerie, tabernacoli, ma strade, piazze e luoghi dove la storia e la cultura di un popolo vanno in scena ogni giorno. Passeggiare lungo le vie dell’Oltrarno rappresenta un’esperienza tanto quanto visitare le sue chiese o ammirare le straordinarie collezioni conservate nei musei. Un patrimonio culturale unico per Firenze e sempre a disposizione di chiunque voglia conoscerlo.