Oratorio di San Sebastiano de’ Bini

Informazioni

Oratorio di San Sebastiano de’ Bini

Via Romana, 8/10

 

 

 

L’Oratorio di San Sebastiano de’ Bini, detto anche “Spedalizzo di Santo Spirito” , fu la sede dell’antico Ospedale di Santo Spirito in Saxia di Roma. Fu in seguito ampliato dalla famiglia Bini che possedeva molte case lungo l’attuale via Romana nelle strette vicinanze dell’ospedale. Tra il 1490 e il 1525, in occasione di un suo restauro, fu dedicato a San Sebastiano, protettore dei malati di peste. L’ospedale decadde in concomitanza con la cessazione del patronato da parte dei Bini. Nel 1613 vi fu organizzata la Compagnia di Santa Maria dell’Impruneta detta dei Bini che vi mantenne la sua sede per tre secoli. Fu soppresso nel 1808.
Oggi dopo un lungo e attento restauro l’Oratorio è stato riaperto alle visite (venerdì, sabato e domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00 – Ingresso gratuito). L’Oratorio ospita interessanti opere di Baccio d’Agnolo, Maestro di Serumido, Leonardo del Tasso, Giovanni Bilivert e arredi sacri di manifattura fiorentina e toscana.

Cultura

Oltre l’Arno. Sulla riva sinistra del fiume si estende un quartiere dalla forte identità culturale. Non solo chiese, conventi, musei, giardini, gallerie, tabernacoli, ma strade, piazze e luoghi dove la storia e la cultura di un popolo vanno in scena ogni giorno. Passeggiare lungo le vie dell’Oltrarno rappresenta un’esperienza tanto quanto visitare le sue chiese o ammirare le straordinarie collezioni conservate nei musei. Un patrimonio culturale unico per Firenze e sempre a disposizione di chiunque voglia conoscerlo.