Forte Belvedere

Informazioni

Forte Belvedere

 

 

 

Il Forte di San Giorgio, meglio conosciuto come Forte Belvedere, venne costruito nel 1590, durante il granducato di Ferdinando I, secondo i disegni di Bernardo Buontalenti e Giovanni de' Medici. La Fortezza fu costruita sul bastione situato accanto alla Porta San Giorgio con un duplice scopo: difendere la città da attacchi esterni e servire da rifugio per la famiglia granducale, che in caso di pericolo poteva raggiungerla da Palazzo Pitti passando attraverso il giardino di Boboli.
Il Forte ha una pianta poligonale e al suo centro sorge l'elegante Palazzina di Belvedere che, preesistente alla costruzione del Forte, fu probabilmente progettata da Bartolomeo Ammannati intorno al 1570. Dopo la costruzione della Fortezza, la Palazzina divenne il nascondiglio delle ricchezze dei Medici. I loro averi, infatti, erano custoditi in una segreta ricavata nella collina in fondo a un profondo pozzo all'interno dell'edificio. A questo pozzo si poteva accedere solamente attraverso una ripida scala e chiunque avesse tentato di forzare la serratura senza conoscere la giusta sequenza di apertura, avrebbe fatto scattare una trappola rimanendo trafitto mortalmente.
Il Forte è rimasto un edificio militare fino al 1951, quando l'Esercito lo ha ceduto al Comune di Firenze che, con due successivi restauri, lo ha adibito a spazio per manifestazioni culturali ed espositive.

Cultura

Oltre l’Arno. Sulla riva sinistra del fiume si estende un quartiere dalla forte identità culturale. Non solo chiese, conventi, musei, giardini, gallerie, tabernacoli, ma strade, piazze e luoghi dove la storia e la cultura di un popolo vanno in scena ogni giorno. Passeggiare lungo le vie dell’Oltrarno rappresenta un’esperienza tanto quanto visitare le sue chiese o ammirare le straordinarie collezioni conservate nei musei. Un patrimonio culturale unico per Firenze e sempre a disposizione di chiunque voglia conoscerlo.