Piazza di Cestello

Informazioni

Piazza di Cestello

 

 

 

La piazza è dominata dalla mole della chiesa di San Frediano in Cestello. Si accede alla piazza dal Lungarno Sederini, da via Cestello e da via del Piaggiane che ci ricorda come un tempo questi luoghi degradassero verso il fiume quasi a formare una sorta si spiaggia. Il nome della piazza deriva dai monaci cistercensi, detti “ frati del cestello”, che vi si stabilirono nel 1628 vi fondarono la chiesa e il convento. 
Tutto il quartiere di San Frediano è dominato dalla cupola della chiesa “del Cestello” che si contrappone con la piazza d’Ognissanti di là dal fiume Arno. 
Nel 1695 fu costruito dall’architetto Giova Battista Foggini, per volontà del Granduca Cosimo III de’ Medici, il Granaio dell’Abbondanza al fine di provvedere alla conservazione del grano in tempo di carestia. Oggi vi ha sede la Caserma Cavalli. 
Sul lato che guarda verso l’Arno si trova un piccolo Teatro rionale nel quale vengono rappresentate da una compagnia locale spettacoli in vernacolo fiorentino.

Cultura

Oltre l’Arno. Sulla riva sinistra del fiume si estende un quartiere dalla forte identità culturale. Non solo chiese, conventi, musei, giardini, gallerie, tabernacoli, ma strade, piazze e luoghi dove la storia e la cultura di un popolo vanno in scena ogni giorno. Passeggiare lungo le vie dell’Oltrarno rappresenta un’esperienza tanto quanto visitare le sue chiese o ammirare le straordinarie collezioni conservate nei musei. Un patrimonio culturale unico per Firenze e sempre a disposizione di chiunque voglia conoscerlo.